.
Annunci online

  ITALIASVEGLIATI ITALIASVEGLIATI
 
Diario
 



21 giugno 2009

A Trieste si potrà manifestare contro il Ministro degli Esteri iraniano?

Il governo,  dovrà affrontare un grosso problema, durante la riunione del del vertice del G8 dei ministri degli Esteri a Trieste, poiché cosa farà la polizia italiana, dopo aver in passato,  tollerato, manifestazioni in cui esponenti dei centri sociali, pseudo pacifisti   e immigrati di fede islamista, bruciarono in piazza bandiere israeliane?  impedirà  che si manifesti contro il regime di Teheran? Che si urli, al rappresentante degli esteri iraniano, che il governo a cui appartiene , ha assassinato una ragazza di nome Neda, ormai martire del web, in tutto il mondo, in barba a  Khamenei e ad Ahmadinejad . Ciò, solo nel  caso che, delle manifestazioni di protesta siano in programma visto che, ormai in Italia, tutta la politica è ridotta penosamente a una serie di gossip…

Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica iran

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 21/6/2009 alle 12:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


8 dicembre 2008

La Grecia non è poi così lontana..

 

Panagulis era anarchico.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 8/12/2008 alle 9:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 novembre 2008

Quei cani rabbiosi a Mumbay

 

Come al solito un India massacrata dal terrorismo, un India in cui le famiglie di alcune vittime del terrorismo e di eroi di guerra resituirono al Governo indiano le decorazion al valore on cui erano stati insigniti i propri cari.  Questo, è il risultato della politica di tolleranza voluta dalla Nerhu dinasty che oggi per capostipite ha Sonia Maino vedova Gandhi.

Adesso ci mancano solo i soliti difensori dei diritti umani dei terroristi, pronti a criticare i ragazzi qui sotto quando concluderanno il lavoro in cui si spera che liberino l'umanità di esssere viventi privi della ragione umana. 

Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 27/11/2008 alle 8:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 novembre 2008

Inciucio cino-tibetano

 

   BEIJING, Nov. 25 (Xinhua) -- The official website of China's Xinhua News Agency on Tuesday launched a face-lifted Tibet channel, offering the world a multilingual platform to better understand the autonomous region.

http://news.xinhuanet.com/english/2008-11/25/content_10408138.htm

Altro non poteva fare, il Mondo ha lasciato a sè stesso il Tibet, e questo è il prezzo di una politica di gentilezza, Il Dalai Lama ha fallito.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 26/11/2008 alle 1:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 novembre 2008

Intifada digitale

 

Iran e Hamas hanno dichiarato guerra digitale ad Israele Iran e Hamas hanno dichiarato una guerra digitale contro Israele: Hamas ha recentemente partecipato ad una mostra di comunicazione digitale a Teheran ed è coinvolta nella fondazione di un gruppo che si autodefinisce "Intifada digitale". Il suo obiettivo è quello di sviluppare siti web per combattere Israele ed incoraggiare l'attività criminale di distruggere siti web israeliani.

 http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war2.jpg ( Lo stand di Hamas all'esibizione di comunicazione digitale a Teheran -Sito web Palestine-info 3 Novembre ).http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war.jpg ( Poster dal sito web dell'agenzia di stampa iraniana Fars, 29 Ottobre 2008. Il poster cerca di giustificare la competizione criminale nella distruzione di siti web israeliani e pro-israeliani annunciata all'esibizione, sostenendo che si tratta di una risposta agli attacchi contro i siti web sciiti ). 

Descrizione:

 1)Sia Hamas che l'Iran fanno un ampio uso di Internet nella loro battaglia per conquistare i cuori e le menti. Tra il 22 ed il 31 Ottobre c'è stata la seconda mostra nazionale(annuale)ed il festival dei media digitali che si è tenuto a Teheran. Hanno partecipato Hamas e Hezbollah, ognuno con il proprio stand. 

2)Durante la mostra, è stato costituito, con la partecipazione di Hamas, un gruppo che si autodefinisce "Intifada digitale". Il suo obiettivo è quello di sviluppare siti per combattere contro Israele (definita "l'entità sionista")e di attaccare siti Internet israeliani, sia governativi che non governativi. L'organizzazione ha offerto un premio di 2000$ a tutti coloro a hackerare un sito israeliano "ostile al popolo palestinese" durante l'esposizione. Quest'attività, che ha avuto luogo in un'esposizione sponsorizzata dall'Iran, è criminale.

 http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war3.gif ( A sinistra: lo stand di Hamas all'esibizione. A destra: Poster in farsi rilasciato dal Ministero dello sviluppo dell'amministrazione di Hamas per mobilitare il supporto islamico per la causa di Gerusalemme -Sito web Palestine-info, 3 Novembre ).

 L'esibizione 

3)Tra il 22 ed il 31 Ottobre 2008 si è tenuta a Teheran la seconda mostra del festival dei media digitali. Il movimento di Hamas ha avuto un suo stand, che ha mostrato sui suoi siti Internet. Questo secondo un rapporto di un sito web di Hamas, il principale sito palestinese di Hamas, Palestine-info, che può essere consultato in arabo,farsi,russo,inglese,francese,urdu e malese.Sono stati inoltre presentati(tra gli altri) i siti web di Hamas Filastin Al-'An, le Brigate Ezzedeen al Qassam, Al-Aqsa TV, ed i forum PALDF e Sabiroon. Allo stand erano disponibili bollettini di propaganda, sciarpe e cappelli. ( Sito web Palestine-info, 2 Novembre ).

 http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war4.jpg ( Pubblicità dei siti web di Hamas: Palestine-info, Sabiroon, Paltimes, Al-Aqsa TV ).http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war5.jpg ( Materiale propagandistico distribuito di Hamas durante la mostra. A sinistra: una copia della rivista di Hamas Filastin al-Muslima, che viene pubblicata a Londra. C'erano anche volantini con le foto di Ahmed Yassin ed Abdel Aziz Rantisi -Sito web Palestine-Info, 3 Novembre ).

 4)Hamas ha fatto una sala nel suo stand per discutere con Abu Osama Abd al-Muati, il rappresentante di Hamas a Teheran e ha ospitato Abu Srur, responsabile per la propaganda dell'ufficio di Hamas a Teheran, oltre ad esperti e commentatori politici. Le discussioni hanno riguardato temi collegati alla battaglia per la conquista dei cuori e delle menti, con particolare riferimento all'utilizzo terroristico di Internet. Tra gli argomenti trattati c'erano "il ruolo dei media digitali nel sostegno della resistenza(le organizzazioni terroristiche)", "Hamas ed i media digitali", "il ruolo dei media digitali nel sostegno della Moschea di Al-Aqsa", "l'assedio(sic)della Striscia di Gaza e la responsabilità della comunità dei credenti musulmani" e "vendere terra -fatti o finzioni"? Tra i visitatori dello stand troviamo il Ministro della Cultura iraniano ed i suoi collaboratori, il leader della Jumaa' islamica a Lahore(in Pakistan -Nota 1), l'uomo incaricato al fondo shaheed iraniano -Nota 2, 2 membri dei media iraniani ed importanti esponenti politici iraniani ( Sito web Palestine-Info, 2 Novembre ).

 http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war6.jpg ( La stanza di Hamas alla mostra -Sito web Palestine-Info, 3 Novembre )

 5)Si è svolta una cerimonia nella stanza di Hamas per inauguare un'organizzazione chiamata "Intifada digitale"(Nota 3). La cerimonia è stata pubblicizzata da mezzi di informazione arabi ed iraniani e dalla partecipazione di Osama Abu Abd al-Muati, il rappresentante di Hamas a Teheran, da Abu Hassan Zuaytar, il direttore della tv degli Hezbollah Al-Manar a Teheran, membri delle squadre di propaganda di Hamas e Hezbollah e rappresentanti di gruppi iraniani che agiscono sulla scena palestinese. ( Sito web Palestine-Info, 31 Ottobre ).

 6)Il direttore della tv Al-Manar a Teheran ha detto in un discorso che: "la guerra informativa(sic)è il seguito della guerra convenzionale". Ha detto che i giovani iraniani,palestinesi e libanesi hanno fatto "un'efficace trincea nel campo della comunicazione digitale, in grado di resistere ad un attacco sionista". Il cosiddetto gruppo "Intifada digitale" ha annunciato i suoi obiettivi: la produzione di giochi per computer per la lotta contro il sionismo, il coordinamento tra i forum che sostengono la causa palestinese, l'apertura di una biblioteca digitale riguardo "l'occupazione della Palestina", e la costituzione di battaglioni di combattenti per la resistenza digitale per combattere "l'entità sionista". L'organizzazione ha ringraziato l'ufficio di Hamas a Teheran per aver cooperato nella costituzione del gruppo e per il suo sostegno per l'inaugurazione del "progetto digitale". ( Sito web Palestine-Info, 2 Novembre ).

 7)L'Intifada digitale si è conclusa osservando che "se i bambini a Gaza non saranno al sicuro, nessun sito internet, governativo o non governativo israeliano sarà al sicuro". Il 27 Ottobre, Shakr Hussein, corrispondente a Teheran per il quotidiano del Kuwait Al-Jarida, ha riferito che Abu Srur, responsabile della propaganda dell'ufficio di Hamas a Teheran, ha detto che Hamas è in grado di offrire un premio di 2000$ a chiunque sia in grado di hackerare un sito ostile al popolo palestinese. Ha aggiunto che l'associazione degli attivisti palestinesi di Internet avrebbe dato 2000$ a chiunque fosse riuscito a hackerare un sito israeliano durante la mostra, come il sito dello Shas(Nota 4), il sito del Monte del Tempio(Nota 5) e l'American Internet Haganah ( che è specializzata nel monitoraggio dei siti web della jihad globale ). Abu Srur ha invitato gli hackers a contattare lo stand di Hamas per ricevere le informazioni necessarie per partecipare al concorso. (Nota 6)

 http://www.terrorism-info.org.il/malam_multimedia/Hebrew/heb_n/html/img/digital_war7.gif ( Abu Osama Abd al-Muati, il rappresentante di Hamas in Iran, intervistato dai media iraniani - Sito web Palestine-Info, 30 Novembre ).

 8)L'obiettivo del concorso di hacker, secondo Abu Srur, capo della propaganda per l'ufficio informativo di Hamas a Teheran, è quello di "prevenire la diffusione di opinioni terroristiche sioniste". Ha detto che le organizzazioni sioniste sono determinate ad influenzare l'opinione pubblica mondiale, specialmente nei paesi Musulmani, attraverso siti in varie lingue, per "minimizzare il problema palestinese" ( IKNA, Iran, 31 Ottobre ). Secondo l'agenzia stampa palestinese Ma'an, "hackerare siti web sionisti è diventata una necessità inevitabile". ( Agenzia stampa palestinese Ma'an, citando l'agenzia stampa della Repubblica islamica, 31 Ottobre ).

 Note:

 1)Jamiyat i-Islami("il gruppo islamico" in Urdu, l'equivalente dell'arabo "Al-Jumaa' al-Islamiyya")è il più importante partito politico islamico in Pakistan. E' stato fondato nell'agosto 1941 a Lahore da Maulana(in arabo "il nostro maestro", un titolo onorifico dato ad un leader religioso sunnita rispettato, usato in Africa ed Asia)Abu al-A'ala al-Mawdudi(1903-1979), uno dei primi e più importanti ideologi radicali del ventesimo secolo. La visione mondiale del partito è molto vicina a quella della Fratellanza Musulmana, ma è più radicale. Il suo fondatore è stato il primo leader islamico a respingere i valori della civiltà moderna (la nuova Al-Jahiliyya)con l'eccezione della scienza e della tecnologia, dichiarandoli incompatibili con i valori dell'Islam. La sua ideologia è stata successivamente sviluppata dall'egiziano Sayyid Qutb, che ha detto che al posto dei moderni stati arabi ed islamici, bisognerebbe costituire un unico stato islamico, la cui sovranità(al-Hakimiyya)sia soltanto nelle mani di Allah. Dal 1978 Qazi Hussein Ahmed è diventato il leader(Amir, il termine usato per quelli che sono a capo di un'organizzazione radicale/terroristica)del partito.

 2)Un'organizzazione iraniana che si occupa delle famiglie degli shaheed, con filiali in Libano a sostegno degli Hezbollah. 

3)Al-intifada al-raqamiyyah

 4)Lo Shas è un partito politico religioso israeliano che fa parte della coalizione di governo

 5)L'organizzazione "The Temple Mount Faithful" è un'organizzazione israeliana il cui obiettivo è la costruzione del Terzo Tempio. 

6)Il 6 Ottobre 2008 l'agenzia stampa iraniana Fars ha riferito che Hamas è stata l'organizzatrice di un concorso per entrare nei siti degli "estremisti sionisti" su Internet. Abu Srur, capo della propaganda di Hamas in Iran, è stato intervistato in merito alla competizione dall'agenzia stampa iraniana Fars.

 

Traduzione di In Difesa di Israele - indifesadisraele@gmail.com 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 25/11/2008 alle 9:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 novembre 2008

Elmetti e ponti

 Il Presidente del Consiglio, on. Silvio Berlusconi, riferendosi alle misure da prendere per la sicurezza degli edifici scolastici, ha detto che un finanziamento di 70 milioni di euro  è stato inserito nella Finanziaria.Purtroppo questa somma,che comprende sia misure per l'edilizia che per  la sicurezza scolastica, è  un finanziamento da considerarsi sicuramente irrisorio, poiché,  se, come lo stesso  Presidente del Consiglio sostiene, sono circa 2500 le scuole sulle quali bisogna approfondire la situazione, ci sarebbero più o meno 28mila euro a scuola, sufficienti forse per comprare degli elmetti, per ripararsi da possibili crolli, agli studenti e, non certo per riparare scuole fatiscenti.Quei soldi  bastano neanche per le perizie degli stabili . Di fronte a drammi come quello di Rivoli, sarebbe opportuno prendere misure adeguate investendo denaro nel riparare le scuole, e dimenticando sogni di Ponti e affini che sono sullo stretto.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 23/11/2008 alle 20:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 novembre 2008

Berlusconi: "I tagli alle scuole cattoliche vanno ridotti"

 Tagli alle scuole paritarieNell'ultimo mese abbiamo assistito ad un vero e proprio cortocircuito sui fondamentali temi della scuola, dell'istruzione e della ricerca. Gli unici spazi disponibili erano quelli della protesta di piazza (a tratti incivile) o della difesa d'ufficio dei provvedimenti ministeriali (rozza e disordinata). La Federazione Giovanile Repubblicana della Romagna è intervenuta dichiarando tutta la sua contrarietà ad una manovra che trovasse nei tagli e nella riduzione delle risorse la sua smania riformista. Ciò che occorre è invece avviare un percorso che migliori la disastrosa condizione dell’edilizia scolastica, che crei incentivi alla carriera degli insegnanti e nuove modalità di selezione dei docenti, che incrementi l’autonomia delle singole scuole, che definisca con una chiara normativa il ricorso ad una trasparente e pubblica valutazione dei professori e degli istituti e, in ultimo, proceda all’abolizione del valore legale del titolo di studio. Solamente in questo senso i Giovani Repubblicani considereranno il decreto scuola del ministro Gelmini un vero passo avanti.Preme ora però fare alcune precisazioni in merito alla difesa della scuola pubblica, soprattutto a seguito delle dichiarazioni del presidente del Consiglio: «Ci sono i margini - spiegava qualche settimana fa Silvio Berlusconi, dopo i chiari moniti arrivati dal mondo ecclesiastico - per una correzione all'interno della manovra pensando alle scuole private o paritarie cattoliche». Insomma: quando i tagli alla scuola statale fanno sollevare un gran putiferio in tutt’Italia, gli attuali governanti procedono a testa bassa, ma se invece i tagli sono alla scuola paritaria e un manipolo di preti e vescovi agguerriti li stigmatizza, gli stessi governanti rispondono immediatamente che la cosa si può aggiustare.Notiamo quindi con piacere che la politica dei tagli fine a sé stessa non piace a nessuno. Non ci spieghiamo però perché le scuole cosiddette «paritarie» (e per questo ringraziamo il governo D’Alema e la sua legge 62/2000) sono paritarie quando ci sono risorse da spartire, ma lo sono subito un po’ meno quando s’impone una gestione più accorta. È vero: occorre una riflessione sul risparmio nel sistema d’istruzione, o almeno una sulla riduzione degli sprechi. La nostra proposta è quella di valutare la riduzione di spesa ottenibile dall’abolizione dell’obbligo dell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole statali. Nel libro «La Questua» (Feltrinelli, 2008), Curzio Maltese stima il costo dei 25.679 insegnanti di religione attuali, in un miliardo di euro. Ecco dunque i primi soldi da recuperare, ponendo tra l’altro fine, in barba ai proclami di meritocrazia, la possibilità concessa ai docenti di religione, una volta assunti in ruolo con un concorso un po’ speciale, di cambiare settore e diventare magari insegnanti di storia e filosofia.Insomma: il rischio crescente è che davvero la distribuzione dei finanziamenti dello Stato, diretti o indiretti (come i cosiddetti buoni scuola), segua il vecchio detto «due pesi e due misure». Alla scuola privata, che secondo la Costituzione non dovrebbe avere oneri per lo Stato, si pensa di regalare uno sconto di circa 133 milioni di euro su tagli già previsti. Alla scuola pubblica, che dovrebbe essere la prima ricchezza dello Stato, si sforbicia invece senza guardare alle necessità e tanto meno alla qualità. E in tutto questo, a preoccupare la FGR Romagna, è anche il disegno di legge Aprea in discussione alla Camera, che delineerebbe in modo chiaro il futuro di una scuola/fondazione, con la separazione gerarchica in tre diverse figure di insegnante (docente iniziale, ordinario, esperto), la contrattazione privata, anche sull’orario e lo stipendio, e un vero e proprio consiglio di amministrazione, unico organo di governo dell’istituto, a dettare gli indirizzi per l’attività finanziaria e didattica, limitando così l’autonomia del collegio docenti. Un provvedimento che prefigurerebbe una sempre più progressiva privatizzazione della scuola senza tenere conto dunque della «formazione integrale della persona, della crescita umana, civile e culturale delle giovani generazioni, fondamentale fattore di sviluppo della società nel suo complesso». Parole scritte nell’introduzione del piano firmato da Mariastella Gelmini e, lontano dalle ideologie della piazza, obiettivo di tutti i Giovani Repubblicani.Antonio PuglieseGiovani Repubblicani Romagna- lunedì 17 novembre 2008 -www.fgr-romagna.it


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 22/11/2008 alle 16:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 novembre 2008

L'Antisemitismo non è reato?

 

L'antisemitismo non è reato. E l'apologia del fascismo lo è, ma nessuno sembra ricordarselo.

http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=124&ID_articolo=458&ID_sezione=&sezione=


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 20/11/2008 alle 10:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 novembre 2008

Di Pietro ha licenza di calunniare?

 Non dovrebbe essere neanche necessario che il Presidente del Consiglio on. Silvio Berlusconi, denunci,  per calunnia l'on Antonio Di Pietro, così come ha telefonicamente detto che farà a Ballarò, per averlo accusato attraverso un video di aver corrotto l'on Villari,  poiché se è calunnia, e fino a prova contraria lo è,  è stata rivolta verso chi ricopre la carica isitituzionale della Presidenza del Consiglio e, dovrebbe quindi essere   im mediatamente la Procura della Repubblica ad aprire un fascicolo su quanto affermato dall'on Di Pietro.

Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 19/11/2008 alle 8:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 novembre 2008

Comunicato Stampa - Testamento biologico. Verso l'abrogazione per legge ordinaria dell'articolo 32 della Costituzione

E' ormai scontato che vi sarà l'abrogazione per legge ordinaria dell'articolo 32 della Costituzione. A questo servirà la legge sul testamento biologico, prima osteggiata e ora fortemente voluta dalla gran parte dei parlamentari di ogni schieramento politico, su pressanti richieste della Chiesa cattolica romana. Per molti anni venturi, prima che la Corte Costituzionale la dichiari incostituzionale, questa legge impedirà l'esercizio di diritti e libertà fondamentali protetti dalla Carta fondamentale.Si potranno scegliere sì anticipatamente le terapie a cui sottoporsi in caso di sopravvenuta incapacità a causa di una malattia incurabile, ma queste scelte non avranno valore qualora vi sia rischio di morte. In altre parole, non potremo decidere se essere sottoposti o meno all'alimentazione e alla nutrizione artificiale, alla respirazione meccanica o alle manovre di rianimazione, a trasfusioni salvavita, trapianti, interventi chirurgici urgenti, etc. Insomma, non sarà più possibile rifiutare il prolungamento artificiale dell'agonia.Questo perch é, ci viene spiegato con insistenza, la nostra vita e il nostro corpo non ci appartengono. Essi appartengono a Dio, rappresentato in Italia dal Vaticano. Poco importa che numerosi sondaggi e indagini scientifiche abbiano rilevato maggioranze enormi non già  a favore della famiglia Englaro (81%) o di Piergiorgio Welby (64%), ma persino della legalizzazione dell'eutanasia attiva (74%). (1)E' con profondo dolore e tristezza che ci rassegniamo all'inevitabile, vista la compattezza della maggioranza e il silenzio dell'opposizione, in buona parte schierata con la maggioranza. Il processo politico è ormai così distante dai cittadini, che ci pare del tutto inutile tentare di parteciparvi. Cominciamo invece ad attrezzarci da subito per la lunga battaglia giudiziaria che perseguiremo dal giorno stesso in cui questa legge verrà approvata.

di Pietro Yates Moretti vicepresidente dell'Aduc

http://www.aduc.it/dyn/dilatua/dila_mostra.php?id=240482&tabella=TOTDocs
 Nota (1)Sondaggio Swg su Eluana Englaro: http://www.aduc.it/dyn/salute/noti.php?id=226982Sondaggio Ipr Marketing su Piergiorgio Welby: http://www.aduc.it/dyn/salute/noti.php?id=162613Sondaggio Eurispes sulla legalizzazione dell'eutanasia attiva: http://www.aduc.it/dyn/salute/noti.php?id=167888Tutti i sondaggi: http://www.aduc.it/dyn/ricerca/?ricerca=sondaggio+eutanasia+italiani&tipo=


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 17/11/2008 alle 20:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 novembre 2008

Veltroneide religiosa

 Il leader del partito democratico Walter Veltroni, si auspica che Roma, diventi la sede di ciò che lui definisce una sorta di United Religions; come sindaco di Roma, la sua amministrazione, ha lasciato la città sommersa dai debiti ma, non ancora pago, l'on Veltroni, adeso pretenderebbe addirittura di  trasformare la città eterna o, in un fumetto alla Benetton, così come fu pubblicato da quel gruppo nel 2007, al titolo The United Religions of Benetton  o, magari vorrebbe  invece 'rallegrare' la vita dei romani trasformando il loro sistema di vita in uno simile a quello degli abitanti limitrofi alla barriera salvavita innalzata da Israele per proteggere i civili israeliani  dalle incursioni dei kamikaze. E' chiaro che questa avventatezza, ennessimo capitolo di una infausta veltroneide,  dimostra che l'ex  sindaco di Roma, ha nel sangue tracce del Dna di Nerone e di Cola di Rienzo.  
Francesco Mangascià

FONTI
Quindi Veltroni ha concluso rilanciando il suo impegno di individuare un luogo fisico "dove tutte le religioni possano convivere e confrontarsi. Ne parlai al segretario dell'Onu quando ero sindaco di Roma e lo dissi anche a papa Benedetto XVI quando andai in udienza e lui ne fu molto felice. Penso ad una sorta di 'united religions' e mi piacerebbe che questo posto fosse Roma".http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?id_doc=62869
The United Religions fo Benettonhttp://www.loverofstrife.com/2007/08/united-religions-of-beniton.html?showComment=1188433740000


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 17/11/2008 alle 13:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


7 novembre 2008

Per l’Iranian Daily: “L’uomo nero non cambierà la politica americana”.

il quotidiano siriano Al Watan “Obama non sarà molto meglio di Bush o forse peggio, le vignette sui quotidiani di Islamabad mostrano un Obama dalla bocca spalancata che vomita missili e bombe sul Pakistan.

http://www.loccidentale.it/articolo/per+i+regimi+islamici+obama+%C3%A8+un+amico+in+pubblico%2C+un+nemico+in+privato.0061234

Mio commento

I paesi canagalia son paesi canaglia, razzisti ma, questo, lo sapevamo: chissà dopo queste infami dichiarazioni razziste che posizione prenderà il PD di Veltroni.  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 7/11/2008 alle 15:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 novembre 2008

E' un fenomeno veramente

 Nonostante sia appena stato eletto il 44mo Presidente degli Stati Uniti, Il nostro Presidente del Consiglio on.Silvio Berlusconi, quasi gli ruba la scena e,  si trova, senza aver comprato pagine  su tutti i maggior quotidiani nazionali americani, dal New York Times al Washinton post, grazie a una 'carineria' lessicale espressa davanti a tutta la stampa mondiale  mentre era vicino Medvedev.E' un fenomeno veramente. 
Francesco Mangascià
Update
FOTOGALLERY NEL MONDO (6/11/2008)
Gaffe Berlusconi: la notizia fa il giro del mondo

di Carla Reschia

In inglese si chiamano "inappropriate quips" e all'estero Berlusconi ne è ritenuto un maestro. L'ultima uscita su Obama ha quindi subito trovato il suo spazio sui siti internazionali.

http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?pCanc=1&IDmsezione=10&IDalbum=13469&tipo=FOTOGALLERY


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 7/11/2008 alle 9:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 ottobre 2008

Due pesi due misure e tanta ipocrisia in Israele

 L'assassino di Yithzak Rabin, l'ebreo ortodosso Ygal Amirè stato  punito per aver concesso un intervista, in cui ha detto che uccise Rabin perché influenzato dai comizi di esponenti di partiti nazionalisti israeliani contrari agli accordi di Oslo tra cui il fondatore del Kadima,   Ariel Sharon, e Rafael Eitan e Rehavam Zeev. Ygal Amirè trasferito e messo in isolamento:  ciò è ingiusto per due motivi, in passato non furono puniti alcuni terroristi che rilasciarono interviste tipo Marwan Hassib Hussein Barghouti,in carcere dal 2002 perchè responsabile della morte di parecchi civili israeliani e casomai dovevano punire i responsabili del carcere che hanno permesso che l'intervista venisse rilasciata,  e non accanirsi su Ygal Amirè che sta scontando un ergastolo per ciò che ha fatto. Due pesi e due misure e tanta ipocrisia.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 31/10/2008 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


31 ottobre 2008

Elezioni e scommesse

 Mentre i salafiti di al Qaeda pregano Allah di umiliare il partito repubblicano facendo vincere Obama, in Italia la Better accetta scommesse sul vincente delle elezioni americane e dà Obama a 1.10, se metti 100 euro e vince Obama te ne ridanno 110,  McCain lo danno a 6, cioè 100 euro x 600. Quota interessante quella di John McCain.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 31/10/2008 alle 9:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


30 ottobre 2008

INDIA-Guwahati: 50 morti e 300 feriti dalle bombe dei terroristi

 

 

Sono destinati a  crescere, i numeri che riportano 50 morti e più di 300 feriti in una dozzina di esplosioni di bombe che consecutivamente hanno avuto inizio alle 11.20, nello stato indiano dell'Assam occidentale, nei distretti di Guwahati, Barpeta district e Kokrajhar e  Bongaiga. Attendiamo solo quei soliti cretini  che iniziano a parlare di dialogo, dopo le stragi.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 30/10/2008 alle 16:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


27 ottobre 2008

Studenti pro e contro

 

Quello che andrebbe osservato sono gli studenti: la loro reale opinione, senza calpestargliela con gli interessi di partito,  poiché  se i Formigoni boys,  che non è che poi son mai stati tanto amici di Berlusconi mostrano insofferenza nei confronti del Premier e del dl sulla scuola,  a Firenze, in due giorni in due facoltà Azione giovani e Forza Italia giovani ha raccolto più di 1000 firme tra ragazzi di destra e di sinistra a favore della Gelmini con un appello alla maggioranza silenziosa.Liberi di manifestare, liberi di studiare, liberi di contribuire a costruire un'università migliore. A Palermo, i professori propendono per lo sciopero ma gli studenti son restii..e, a Palermo si è parlato di quei cento e più docenti legàti da vincoli di parentela  tra di loro. Ciò mostra che ci son moltissime  situazioni, moltissime realtà studentesche differenti l'una dall'altra:  i politici di destra o di sinistra non possono esentarsi dall'osservarle. Al Nord, a Firenze e al Sud a Palermo ci sono trasversalità che dicono molte cose.
Francesco Mangascià
Fonti

http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=124&ID_articolo=428&ID_sezione=274&sezione=

http://www.loccidentale.it/articolo/liberi+di+manifestare%2C+liberi+di+studiare%2C+liberi+di+contribuire+a+costruire+un%27universit%C3%A0+migliore.0060466


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 27/10/2008 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 ottobre 2008

Veltroni urla e silenzi

 Lo spettacolo messo in  scena sabato al  Circo Massimo, ha mostrato che, Veltroni, chiudendo sulla note di Fratelli d’Italia, ha sbattuto nuovamente al porta in faccia alla sinistra radicale, e ha fatto bene, ma  con quelle note ha  probabilmente  voluto   anche  dichiarare che non ci sarà nessuna  apertura di dialogo a verso le richieste della Lega Nord. Iniziando a ricattare la Lega su altri temi che le stanno a cuore. Veltroni, ha contestato, ha urlato ma,  sicuramente  illuso la sinistra che era lì,  poiché  si è guardato bene dall’aggredire il Governo sulle banche; avrebbe potuto farlo e, domandare un congelamento dei mutui,  visto che la gente che li deve pagare è allo stremo. Non l’ha fatto, poiché ciò metterebbe in difficoltà le banche e nelle banche ci sono anche i soldi dei partiti. Non sono un politologo né un economista, ma so che la gente se la passa male e tutto quello che Veltroni ha saputo dire riguarda la contestazione per un passaggio di poteri da sinistra a destra, oltre a un inutile  delegittimazione a governare alla coalizione che ha democraticamente vinto le ultime elezioni. Sinceramente non pensavo che Veltroni si abbassasse a  tanto, e oltretutto  se  ciò è onestà intellettuale allora io dovrò riandare a scuola per rifarmi insegnare il significato  di onestà.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 26/10/2008 alle 12:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


23 ottobre 2008

Quella sinistra ignobilmente contro il diverso

 E' incredibile che da sinistra si sia arrivati a irridere sconciamente esponendo all'esecrazione generale il diverso, cioè il Ministro Brunetta, perché ha della caratteristiche fisiche differenti da altre persone. Ciò, però anche se un infamia razzista, illustra egregiamente che non essendo capace di arogomentare in altro modo, la sinistra, tra manifestazioni, proteste e insulti,  si sta adoperando solo per  difendere i propri altarini politici visto che non ha più altro.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 23/10/2008 alle 12:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


21 ottobre 2008

La politica secondo Massimo D'Alema

D'Alema  ha detto che Brunetta è un energumeno tascabile. Brunetta ha risposto  che non replica alle volgarità razziste di D'Alema. Come dire: un livello alto del dibattito politico.
Francesco Mangascià


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica

permalink | inviato da ITALIASVEGLIATI il 21/10/2008 alle 23:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio        luglio
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

KRAV MAGA
controcorrente
Sionismo
importanzadeleparole
Marco Zetterin link per news sulla Ue
Su Israele
Wikileaks
Dealipedia
Wikinomics
L'eleganza
c'mon I'll take u 4 lunch
Salvavita-TOR
Manuale(Handbook) per-4- Bloggers e Cyber-Dissidents
Antonio
Ufficio d'informazione del Kurdistan in Italia
American Jewish Congress
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori
Emanule Ottolenghi
Paolo Borrello
Jonathan Pollard

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom