Blog: http://ITALIASVEGLIATI.ilcannocchiale.it

Lite Renzi Banca d'Italia, lettera inviata al segretario Pd e a LaStampa.it

Va chiarita subito la crisi tra Banca d’Italia e il governo, perché sulle crisi delle banche italiane, per stessa ammissione degli attuali capi di Banca d’Italia il governo sapeva, cioè era informato e dunque vigilava bene, ma sapeva e non interveniva, né intervenne; allora bisogna rendersi conto che tutta l’autorevolezza e l’indipendenza della Banca d’Italia, va a farsi benedire, poiché informare è una cosa ma non intervenire è ben altro, poiché se il governo sapeva come mai Banca d’Italia, che per informare il Governo era dunque consapevole di ciò stava avvenendo, non è intervenne? Se è così come sembra che si dichiari non si parla più di cattiva vigilanza ma di omissione, perché se si è consapevoli di reati bancari e si è addetti all’impedimento degli stessi e, quando ci si accorge che si stanno commettendo degli illeciti, e si informa solo il governo senza però intervenire per impedire che si mettano in atto attività che deruberanno dei contribuenti, allora si omette, e questo è gravissimo. Non è che si può seguitare indisturbati a fare il ciò che si vuole perché Renzi è antipatico:solo il fatto che abbia tutti contro mi dà da pensare che proprio perché son tutti contro che ha ragione: Renzi sarà pure antipatico ma sono tanto antipatici e di più pure tutti coloro che fanno male il proprio lavoro e son pagati dal contribuente italiano! Trasparenza e velocità sui chiarimenti altro che sedie da difendere qui si parla di soldi nostri gli italiani ne hanno diritto! Francesco Mangascià

Pubblicato il 20/10/2017 alle 10.21 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web