Blog: http://ITALIASVEGLIATI.ilcannocchiale.it

Papa Francesco e quel politically correct che ormai ci soffoca tutti

Papa Francesco è in Myanmar, per reclamare i diritti di tutte le minoranze, bene, ma anni addietro lo stesso Pontefice Papa Francesco, per non irritare Pechino, evitò di incontrare il ‘monaco guastafeste’ cioè il Dalai Lama, cosa che però non mancò di fare Wojtyla. Sono tanti gli attori che in diverse scene portano una maschera, nel senso che recitano la parte di qualcuno che essi in realtà non sono: Wojtyla, quella maschera si rifiutò indossarla. Nell’epoca del politically correct, è veramente difficile essere un Wojtyla. E’ facile essere una Malala e rimproverare Aung San Suu kyi per quello che fanno i generali, ma nessuno le ricorda che Lei mai ha speso una parola per giustizia o per compassione per una martire sotto martirio come Asia Bibi. Charlie Hebdo a quest’orripilanza di lavaggio di cervello semantico, non si piegò e caro gli costò. Francesco Mangascià

Pubblicato il 28/11/2017 alle 13.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web